Burg Altena, Germany
BOVINO Museo archeologico "Carlo Gaetano Nicastro"
     E X C U R S I O N S   I N   T H E   L O C A L   A R E A     
<< previous     Dia 20 of 21     overview     next >>
AREA ARCHEOLOGICA "CASALENE"
VILLA "CASALENE"

Strutture murarie in opus reticulatum o in opus quasi reticulatum o opus incertum sono anche visibili fuori dalla cinta urbana, come quelle in una villa in località "Casalene" a circa sette chilometri dall'abitato di Bovino. Qui, tra i resti di un vasto caseggiato ormai in rovina, oltre ai muri di epoca romanica costruiti in opus incertum, possono ammirarsi anche resti di una antica pavimentazione. Nell'altra zona quasi limitrofa, detta "Casale" anch'essa interessante per la presenza di opus, è stata ritrovata una meridiana in pietra brecciata, "con superficie concava segnata da undici linee verticali corrispondenti alle ore e due curve orizzontali, con una depressione nella parte superiore per l'inserimento dello gnomone". E' molto probabile che lungo tutto il vallone Biletra, risalendo da Radogna alle contrade Casale, Ripa dei Corvi, Casalene, Porcili, a guardia e al riparo dello stesso Vallone, si fossero costituiti degli insediamenti umani di epoche lontane e diverse, tant'è che gran parte del materiale raccolto nell'attuale Museo proviene dalle dette contrade. Questi insediamenti, a breve distanza dalla città, che costituiva l'"oppidum", e dalla strada che dovette essere una diramazione della via Herdonitana, molto probabilmente dettero vita ai cosiddetti "casali", cioè a dei nuclei di popolazioni agresti, in gran parte costituiti originariamente da colonie di immigrati e da pastori indifesi che, non potendosi raggruppare nei "Castri" permanenti, per sfuggire alle tante minacce barbariche, si insediarono su questi territori collinari, lungo il vallone Biletra, tra le gole dei monti, in siti più idonei vuoi alla difesa, vuoi alla pastorizia e al sostentamento umano. In altre contrade, poi, come a Radogna, alla Lamia, a San Lorenzo a testimoniare l'importanza degli insediamenti umani avutisi nel corso dei tempi nel contesto territoriale bovinese, è stata ritrovata una notevole quantità di materiale vario costituito da capitelli, lucerne, unguentari, tubature in terra cotta, macine di pietra lavica, frammenti di mosaici, armi, monete, attrezzi e arredi ornamentali di varia epoca e di varia tipologia.





copyright © museum.com gmbh. all rights reserved.
copyright policy