Burg Altena, Germany
BOVINO Museo archeologico "Carlo Gaetano Nicastro"
     A R C H I T E C T U R E     
<< previous     Dia 1 of 51     overview     next >>
FONTANA VILLA COMUNALE (Progettista Arch. ELMERINO RANIERI)
NUOVA FONTANA Prima Parte

(Relazione dell'Arh. ELMERINO RANIERI, il tecnico progettista della fontana) La nuova fontana nella Villa comunale è situata nello stesso luogo ed alla stessa distanza dalla facciata del Convento di quella preesistente ma assume un ruolo sostanzialmente diverso da quella in quanto con le sue dimensioni e la sua forma asimmetrica, aperta verso il viale e chiusa dalla parete semicircolare verso l'edificio, vuole concludere visivamente il viale amplificando la distinzione di natura spirituale tra i due luoghi: il viale dedicato al passeggio ed il sagrato della Chiesa. Essa non vuole essere un vacuo ornamento con tradizionali giochi d'acqua ma un elemento figurativo che intende stabilire un simbolico rapporto tra il nuovo centro cittadino, costituito proprio dalla Villa comunale e dal Corso Vittorio Emanuele, ed il paese antico, che ha invece progressivamente ed inesorabilmente perso questo ruolo. E', in questo senso, una rappresentazione paradigmatica del nostro passato con l'utilizzazione di materiali, forme e simboli della tradizione locale quali l'acciottolato, la roccia arenaria ed il basolato in pietra. La lacerazione improvvisa della pavimentazione del viale che, come metafora dello scavo archeologico, fa intravedere sotto l'acqua e fa poi riaffiorare questi elementi antichi dagli strati superiori sovrapposti nel corso dei secoli, con l'impressione del graduale sollevarsi dalla superficie piana delle due pietre inclinate laterali e del corpo centrale della fontana, vuole turbare la tradizionale ed abitudinaria passeggiata lungo il viale della Villa ed insieme sottolineare 'traumaticamente' la necessità, l'importanza e l'imprevedibilità di questo rapporto con la memoria. La forma della vasca anteriore è quella della pianta del paese di Bovino con il taglio irregolare che ne rappresenta il perimetro. Le basole sul fondo sono posate con diversa inclinazione e livello per meglio identificare le varie zone del paese: a destra il Centro storico (1) in basolato antico, i rioni fuori le mura sotto il castello (2) con la linea del Corso V. Emanuele che dalla porta maggiore conduce alla Villa comunale (3), la linea della via Nazionale che delimita i rioni più recenti (4) mentre il basolato in pietra nuova indica le zone moderne del Pianello sulla sinistra (5).





copyright © museum.com gmbh. all rights reserved.
copyright policy