Burg Altena, Germany
BOVINO Museo archeologico "Carlo Gaetano Nicastro"
     T O W N   T O U R     
<< previous     Dia 21 of 60     overview     next >>
CHIESA DI S. ANTONIO (1^ P)
CHIESA E CONVENTO DI S. ANTONIO

CHIESA DI SANT'ANTONIO L'ACCOGLIENTE E DECOROSA CHIESA DI Sant'Antonio con a disposizione gli indispensabili locali per la promozione delle attività culturali e di apostolato in un rione in piena espansione fu scelta nel 1958 come terza parrocchia della città dal mons. Russo, che l'affidò ai Frati Minori della Provincia religiosa di S. Michele Arcangelo. L'accordo stipulato tra il presule e il ministro provinciale P. Aurelio Porzio, che prevedeva "l'apertura della casa religiosa di S. Antonio e il conferimento della parrocchia omonima"reca la data del 30 Luglio di quell'anno. Il tempio tornava così, dopo il vano tentativo di mons. Cuccarollo nel 1923 di restituirlo restaurato "ai suoi antichi abitatori, i Padri Cappuccini", ad essere officiata dai figli di S. Francesco. In occasione dell'arrivo dei Frati Minori, furono costruiti alcuni nuovi locali per la piccola comunità e per le varie attività parrocchiali. Il 30 Marzo 1966 mons. Antonio Pinotto, amministratore apostolico della diocesi, definiva i confini della parrocchia. Nel 1974 un assestamento del terreno lesionò ancora una volta l'intero complesso e costrinse le autorità a chiudere la chiesa e a traslocare altrove le scuole. Restaurato e aperto al culto, il tempio venne nuovamente chiuso per radicali interventi di risanamento e ristrutturazione.. La riduzione del numero dei Frati e altri impegni della Provincia religiosa costrinsero i figli di S. Francesco a privare della loro esemplare presenza la città di Bovino. Scriveva nel Decreto di nomina del sac. Don Paolo Lombardi a parroco di S. Antonio del 22 novembre 1991 l'arcivescovo Casale: "Dopo un lodevole servizio prestato dai Padri Francescani alla Parrocchia di S. Antonio in Bovino per oltre un trentennio, abbiamo accettato con sofferenza la loro partenza." I lavori ripresi, dopo la dipartita dei Frati Minori fecero riaprire al culto dopo 13 anni la chiesa parrocchia di S. Antonio. Oggi la chiesa di S. Antonio, il cui recente restauro ha rispettato, per quanto è stato possibile, il semplice impianto originario, si presenta elegante all'esterno e luminosa e linda all'interno.





copyright © museum.com gmbh. all rights reserved.
copyright policy