Scanback 1
BOVINO Museo archeologico "Carlo Gaetano Nicastro"
     E X C U R S I O N S   I N   T H E   L O C A L   A R E A     
<< previous     Dia 3 of 21     overview     next >>
MURA DEGLI ARCHI ROMANI
ACQUEDOTTO ROMANO

Trattasi di resti di un' acquedotto, su un tracciato ad andamento planimetrico poligonale, con uno sviluppo complessivo di circa 800 metri con struttura ad archi e con paramenti realizzati con conci di pietra disposti ad opus "reticulatum". Le origini storiche vanno riferite al periodo successivo alla guerra sociale, scoppiata in seguito alla ribellione degli Italici che, schieratisi precedentemente con Roma nella guerra contro i Cartaginesi rivendicarono il diritto alla cittadinanza romana ( 90 a.C.). Anche gli Apuli, abitanti delle pendici sub-appenniniche presero parte alla ribellione. Secondo Sesto Frontino, Roma inviò Silla a reprimere la ribellione nel Mezzogiorno e questi nell'89 a.C. occupò la città di Bovino, epoca in cui, divenuta municipio romano, raggiunse il suo massimo fulgore. I ruderi, sopravvivendo per più di due millenni al tempo e alle vicende umane costituiscono tutt'oggi una inconfutabile prova dell'avanzata civiltà della presenza romana. Un progetto di restauro e conservazione attualmente in atto consentirà la fruizione di questi reperti al servizio della storia e della città di Bovino.





copyright © museum.com gmbh. all rights reserved.
copyright policy